Social media, 9 consigli per una startup

Ogni giorno circa un miliardo e mezzo di persone utilizza Facebook. Instagram è arrivata a toccare quota 800 milioni di audience, mentre LinkedIn ha oltre 600 milioni di utenti iscritti. Instagram vanta un’audience di oltre 800 milioni di persone. Snapchat arriva a 360 milioni, Twitter solo – si fa per dire – a 250 milioni. Numeri spaventosi che rendono l’idea della potenza che i social media hanno acquisito nelle dinamiche economiche e sociali. Trascurarne l’importanza si traduce per le imprese in un danno economico praticamente certo. Questo non vale solo per grandi aziende e pmi, ma anche per le startup. Le imprese che si sono appena affacciate al mercato, infatti, devono prestare necessariamente grande attenzione alla strategia di social media marketing. In un mercato sempre più aggressivo e complesso, infatti, il rischio è quello di incrementare le possibilità di un fallimento. L’assenza di un piano di marketing ben strutturato è uno dei motivi principali per cui le startup non riescono a crescere a un livello sostenibile. I social media possono diventare i migliori alleati di una piccola impresa in fase di startup. Ecco qualche consiglio per diventare grandi e forti!

 

  1. Identifica i social media più adatti alla tua startup

Il primo passo è quello di selezionare il miglior canale di social media marketing per il tuo tipo di business. Non necessariamente tutti i social media andranno bene: Facebook, Twitter, YouTube, Pinterest, Instagram e LinkedIn sono piattaforme in grado di generare un impatto positivo per il brand. Esistono però canali specifici e più di nicchia che potrebbero risultare più adatti al settore della tua startup. Alcuni esempi sono Dribble, Ravelry, Yummi. Per cominciare, può essere utile partire con i canali più tradizionali, utilizzandone nella strategia al massimo tre o quattro e poi, una volta identificati pubblico e tendenze, sperimentare un social media di settore.

 

  1. Identifica il target (con un po’ di aiuto da Facebook…)

Quando si tratta di intercettare il target giusto nel tuo segmento di mercato, poche cose funzionano bene come l’opzione di targetizzazione del pubblico di Facebook. Grazie a questo strumento, è possibile individuare il pubblico, in base a interessi, età, comportamento, posizione geografica. Intercettare il target giusto contribuirà alla buona reputazione della startup e ti permetterà di aprire un canale di dialogo con utenti realmente interessati al tuo business.

 

  1. Sì alle dirette video

Secondo un rapporto di Telescope.tv, i video in diretta su Facebook hanno un tasso di coinvolgimento del 4,3%, rispetto al 2,2% per i video non in diretta. Per una startup, quindi, è importante cominciare con il piede giusto e puntare sulla diffusione di contenuti live. Il live streaming ha riscosso un enorme successo nell’ultimo anno sui social media ed è uno strumento che può aiutare le startup a interagire direttamente con il pubblico, senza barriere. Puoi utilizzarlo, ad esempio, per raccogliere in tempo reale recensioni, commenti e suggerimenti dai tuoi clienti nell’ottica di rafforzare il dialogo e la fiducia sui prodotti e i servizi offerti.  

 

  1. Punta sugli hashtag di tendenza

Facebook e Twitter forniscono informazioni aggiornate sugli argomenti di tendenza. Puoi partire da questi preziosi dati per capitalizzarli e farne il fulcro della tua strategia sui social, puntando su temi e hashtag che si collegano in qualche modo all’area afferente al tuo business. Puoi inoltre puntare su avvenimenti nazionali e internazionali, come ad esempio la Festa della Donna, San Valentino, il Black Friday, Natale ecc. , per entrare nel grande flusso delle tendenze di giornata e lasciare un segno nel target di riferimento.

 

  1. Mobile avanti tutta!

I social media oggi sono utilizzati molto di più su smartphone e tablet che in versione desktop. Ecco perché è importante ideare campagne focalizzate sui dispositivi mobili. I brand che lo hanno fatto sono riusciti ad avere un ritorno molto positivo in termini di engagement e menzioni.

 

  1. Creare contenuti coinvolgenti

Citazioni, offerte, omaggi, domande ai follower, video o infografiche: le opzioni per creare un contenuto che sia in grado di affascinare la tua audience sono tante. L’impegno su questo fronte deve essere sempre altissimo: postare contenuti di qualità, infatti, è una scelta impegnativa ma che riesce sempre a ripagare in termini di aumento dei clienti e delle vendite. Scegli sempre l’orario migliore per il tuo pubblico e utilizza gli hashtag più adatti.

 

  1. Sii generoso con sconti e coupon

Il 79% degli utenti di Facebook interagisce con marchi che offrono coupon, sconti e lotterie. Punta quindi su questo strumento per far sì che i potenziali clienti si trasformino in ambasciatori entusiasti del tuo brand.

 

  1. Rispondi in tempo reale

Per una startup può essere di vitale importanza intraprendere la scelta di interagire con i tuoi clienti individualmente. Se emergono critiche, problematiche di varia natura nella gestione dei servizi e dei prodotti, puoi puntare sull’immediatezza dei social media per correggere le criticità intervenendo tempestivamente su dubbi e giudizi negativi. L’ascolto e la capacità di rispondere in tempo reale rappresentano un’ottima combinazione per ottenere un vantaggio competitivo.

 

  1. Segui i migliori account che operano nel tuo settore

È sempre una buona idea tenere d’occhio i concorrenti. Seguire i migliori account del tuo settore ti permetterà di comprendere i tuoi punti di forza e di debolezza e ti ispirerà nella correzione degli aspetti che sembrano funzionare meno.

Author: Redazione

Share This Post On
468 ad