Web, le 7 domande a cui rispondere prima di andare online

Finalmente è tutto pronto e il nuovo sito web aziendale è a un passo dall’essere messo online. Attenzione però: non lasciarti indurre in facili entusiasmi, prima di cliccare su “pubblica”, infatti, è importante fare una verifica completa di tutti gli elementi caratterizzanti il nuovo prodotto web. Gli aspetti da controllare sono tantissimi, prima di entrare nella grande arena web: dall’estetica ai contenuti, dallo stile alle funzionalità, per finire con le prestazioni, l’ottimizzazione in chiave seo e la sicurezza. Ogni bravo sviluppatore effettua la gran parte di questi controlli prima di consegnare il sito, il che è di grande aiuto, trattandosi spesso di elementi piuttosto tecnici. Come proprietario del sito web, però, c’è una serie di elementi che  dovresti verificare per essere sicuro che tutto sia al posto giusto e fatto come si deve. Ecco alcune domande a cui rispondere prima di andare online.


1. Hai installato analytics?

 

Verifica che il tuo sviluppatore abbia installato uno strumento di analisi per raccogliere tutte le informazioni su chi visita il sito web, su quali pagine approdano gli utenti, da dove arrivano e tante altri indicazioni molto utili. Google fornisce un ottimo strumento di analisi gratuito, molto semplice da installare per ogni sviluppatore. Esistono tanti altri strumenti a pagamento, anche molto avanzati, utili soprattutto ai professionisti del settore.

 

2. Il sito web va bene su ogni browser?

Proprio quando ti sembra che il design del sito sia perfetto e impeccabile, ecco che su Microsoft Edge la visualizzazione è un disastro. In altre parole, è fondamentale che prima che vada online venga verificato il perfetto funzionamento del sito su tutti i browser. Fai una verifica su quelli più utilizzati: Google Chrome, Firefox, Microsoft Edge, Internet Explorer, Safari.

 

3. È mobile responsive?

La navigazione da smartphone e tablet è in costante e vertiginoso aumento. È fondamentale perciò che il tuo sito sia reponsive, cioè sia in grado di adattarsi automaticamente alle dimensioni dello schermo del dispositivo dal quale si naviga (desktop, tablet, smartphone). Anche Google consiglia di adottare questa filosofia, perché i siti responsive hanno lo stesso URL e lo stesso codice HTML su qualunque dispositivo. In questo modo, Google può indicizzare più facilmente i contenuti facendo apparire il sito più facilmente quando si effettua una ricerca.

 

4. I link sono ok?

Non dare per scontato che tutti i link funzionino. Fare sempre una verifica è molto utile prima di andare online. Inoltre pensa alla funzionalità dei collegamenti: sono ben evidenti all’interno delle pagine? Agli utenti apparirà chiaro che sono link? Si distinguono dal testo in pagina? A tale scopo, non utilizzare colori diversi o evidenziazioni per i testi che non sono link in modo da non creare confusione in chi legge.

 

5. Quanto va veloce?

 

La velocità di navigazione è una qualità molto importante per i siti web di nuova generazione. Può rappresentare l’elemento che fa la differenza tra un’alta frequenza di rimbalzo e una bassa. Anche il page rank è influenzato dalla velocità del sito. La velocità può essere difficile da verificare prima della pubblicazione- i risultati in fase di sviluppo/staging potrebbero non essere accurati – ma, appena online, puoi verificarne le prestazioni. Tra i tanti strumenti di analisi a disposizione, Google ne fornisce uno, Page Speed Insights, gratuito e di facile utilizzo.

 

  1. Hai verificato le diverse funzionalità?

Se hai inserito un modulo di contatto, provalo e vedi cosa succede. Invita i collaboratori a testare il sito. Siediti e naviga con calma, mettendoti nei panni di un potenziale cliente. Le funzionalità più comuni da controllare sono: moduli di contatto, ricerca interna, carrello della spesa e aree di accesso.

 

  1. Hai scelto il giorno giusto per andare online?

Anche se il tuo sito web è pronto e verificato in ogni sua parte, se sei arrivato al limite del weekend, meglio rimandare la pubblicazione ai primi giorni della settimana successiva. Non è consigliabile andare online, per esempio il giovedì perché se sorgono problemi tecnici complessi – il server non è completamente compatibile con il sito Web, oppure i dati vengono persi durante il caricamento – non ci sarà il tempo di intervenire. È molto più sicuro pubblicare nei primi giorni della settimana, in modo che, nel caso in cui qualcosa non funzioni, il tuo sviluppatore potrà intervenire tempestivamente senza far perdere credibilità al tuo nuovo canale di comunicazione.

 

Tempo di lettura: 5 minuti

Author: Redazione

Share This Post On
468 ad