Social media, le 5 strategie per aumentare le vendite

I social media sono uno strumento prezioso per le piccole imprese. Se utilizzati in maniera strategica, infatti, i canali social possono aiutare a consolidare la brand reputation, fidelizzare i clienti e persino contribuire all’aumento delle vendite. Sono diverse infatti le armi che le imprese hanno a disposizione quando si tratta di promozione attraverso i social media: dal self marketing alle collaborazioni con gli influencer. I social aiutano la tua azienda a consolidare la propria identità digitale. Per aumentare la consapevolezza attorno al tuo marchio, ecco 5 consigli strategici per sfruttare al massimo la presenza sui social media e utilizzarli al meglio per incentivare le vendite.

 

  1. Impara a conoscere il tuo pubblico

Il primo passo per creare campagne social di successo è incentrato sull’avere una profonda conoscenza del target. Una buona comprensione del tuo pubblico aiuta a trasformare gli utenti in potenziali clienti. È importante sapere quali piattaforme utilizza maggiormente il tuo potenziale bacino di utenza e concentrarti su quei canali, invece di disperdere energie e risorse per inseguire follower su tutte le piattaforme, senza una precisa strategia. Focus, quindi, solo sui social media più utilizzati dal tuo target.

 

  1. Sì alle campagne a pagamento

Ormai sui social non è più più sufficiente pubblicare regolarmente ed essere costante nelle risposte ai commenti e ai messaggi. Per raggiungere un’audience più ampia, va messo in conto un investimento pubblicitario. Oggi tutti i social media hanno programmi di promozione a pagamento. Facebook, tra tutti, è quello che consente probabilmente l’individuazione del target giusto più precisa, rendendo agevole agli utenti la creazione di una campagna mirata.

 

  1. Fai e poi impara!

Anche per quanto concerne la pratica sui social media, è importante fare, creare, postare ma anche redigere un inventario degli errori commessi ed essere sempre attenti a monitorare le campagne in corso per intervenire con le modifiche necessarie se qualcosa non sta funzionando per il meglio. Obiettivi, target, analytics, rendimento degli annunci. Sono tutte voci fondamentali per sviluppare una campagna e per tenerla sotto controllo in vista degli step successivi. Se qualcosa non sta andando per il verso giusto, premi “pausa” e prova qualcosa di diverso. Oltre a imparare dalle campagne precedentemente attivate, le aziende non dovrebbero mai aver paura di provare cose nuove ed eventualmente correggere i passi falsi.

 

  1. Coinvolgi gli influencer (micro e macro!)

È importante creare il tuo seguito sui social media ma, per creare ancora più “buzz” attorno al tuo brand, puoi ideare una campagna specifica con l’aiuto degli influencer. Secondo una ricerca, oltre il 70% dei consumatori ritiene “affidabile” un consiglio offerto da un influencer (fonte: shanebarker.com). Questa consapevolezza rappresenta una buona opportunità per far conoscere un nuovo prodotto o consolidare la brand reputation. Cerca influencer di talento nel tuo settore e coinvolgili nei tuoi progetti, facendo provare loro un prodotto o un servizio. L’obiettivo è quello di presentare il tuo business sotto un’altra luce ma anche di creare contenuti nuovi e stimolanti per i follower.

 

  1. Non si tratta solo di vendere!

La chiave dei social media non è quella di focalizzarsi in maniera ossessiva sul concetto di “vendere”. Le persone utilizzano i social media per connettersi con amici e familiari, per divertirsi, informarsi, chiacchierare, emozionarsi. Se la tua presenza sui social si limita a ricordare a tutti che sei lì per “vendere, vendere, vendere” nemmeno i clienti più fedeli avranno più alcun piacere nel seguire i tuoi account. Tieni sempre presente l’aspetto umano dei social media, basato sulla relazione, sul racconto e sulle emozioni.

 

Tempo di lettura: 4 minuti



Author: Redazione

Share This Post On
468 ad