TikTok: come utilizzarlo per promuovere la tua azienda

L’emergenza Covid-19 sta avendo un grande impatto su tante realtà aziendali, a cominciare da quelle italiane. Un momento difficile come quello che stiamo vivendo può però anche rappresentare la possibilità di esplorare nuovi percorsi per comunicare, in una situazione nuova e in continua evoluzione, con il proprio target di riferimento. Se la tua azienda, per esempio, non è ancora sbarcata su TikTok, potrebbe essere il momento giusto per riflettere su questa possibilità. La presenza su TikTok può aiutare il tuo business? Ecco qualche dato per avviare un’utile riflessione.

TikTok è una piattaforma social che ha letteralmente conquistato, in poco tempo, tutto il mondo: la sua crescita è inarrestabile e parla di 1,5 miliardi di download su Apple Store e Google Play e oltre 500 milioni di utenti mese attivi. Le attività su TikTok sono incentrate sulla realizzazione di video postati dagli utenti, della durata variabile tra i 15 e i 60 secondi, che consentono di integrare sticker, filtri, musica e la condivisione attraverso le principali piattaforme social.

Una delle caratteristiche che rendono TikTok così potenzialmente attraente per le aziende è il dato demografico sugli utenti: la maggior parte di loro, infatti, ha un’età compresa tra 16 e 24 anni. Tuttavia relegare questa piattaforma a semplice strumento di espressione della Z Generation è decisamente riduttivo: TikTok può vantare molte potenzialità in termini di marketing e pubblicità. Negli ultimi 12 mesi sempre più marchi sono sbarcati su TikTok, insieme con celebrità dello spettacolo e dello sport, influencer e persone comuni. Un altro degli aspetti interessanti di TikTok è la relativa facilità con la quale i video postati possono diventare virali: anche se ancora non è del tutto chiaro come funziona l’algoritmo, TikTok offre la possibilità di intercettare un gran numero di potenziali utenti.

Ecco 4 azioni per far notare la tua azienda su TikTok.

# 1: Proponi i tuoi contenuti 

Anche se il tuo brand non è ancora famoso ed è in fase di consolidamento, puoi puntare su TikTok per le azioni di marketing seguendo alcune regole:

  1. La maggior parte degli utenti dei social media non dispone di costose attrezzature per le riprese video o di grandi budget per la produzione. Semplicemente si divertono a creare contenuti con i loro smartphone. Adotta anche tu questo approccio spensierato e spontaneo: i contenuti risulteranno molto più autentici e condivisibili, facilitando la fiducia e la relazione con le tue azioni di comunicazione.
  2. Non devi necessariamente inventare nuove idee e contenuti. Per cominciare, basta seguire gli hashtag e le sfide più popolari e partecipare, collegando a questi contenuti le caratteristiche della tua azienda e del tuo team.
  3. La conoscenza è importante! Prima di sbarcare su TikTok con il tuo brand, cerca di approfondire l’identità unica di questa piattaforma. TikTok, infatti, non è un social media formale o professionale: è uno spazio dove i marchi possono sperimentare le tendenze e mostrare un lato giocoso e divertente. Clicca sulla lente di ingrandimento ed esplora i video degli altri utenti per farti un’idea più precisa.

# 2: Promuovi i contenuti generati dagli utenti

Si tratta di un approccio a TikTok molto interessante e adottato da diversi grandi marchi internazionali. Invece di produrre contenuti inediti, invita i tuoi utenti a generare contenuti spontanei, integrandoli nel tuo profilo aziendale. Crea un hashtag, che può essere anche semplicemente il nome dell’azienda, e cerca di stimolare i tuoi clienti a mostrare la loro fedeltà al brand, con contenuti inediti e divertenti, che andranno ad alimentare il profilo aziendale creando al contempo una bella community digitale.

#3: Crea una campagna pubblicitaria

Come altre piattaforme social, anche TikTok si sta muovendo verso l’offerta di campagne promozionali a pagamento. A oggi sono 4 gli strumenti pubblicitari proposti da TikTok:

  1. Brand Takeover: un annuncio a tutto schermo che appare appena aperta la app. L’inserzione porta alla pagina profilo dell’azienda.
  2. Annunci nativi: sono i video sponsorizzati che vengono riprodotti tra i contenuti nel feed degli utenti. Possono avere una durata compresa tra 9 e 15 secondi.
  3. Hashtag challenge: consente di lanciare una sfida collegata a un hashtag riconoscibile per stimolare l’engagement. In pratica la tua azienda pubblica un contenuto che poi altri utenti dovranno replicare o al quale dovranno rispondere, stimolando l’interesse verso il brand.
  4. Branded lenses: sono i filtri brandizzati. Puoi realizzare delle maschere personalizzate che gli utenti indosseranno virtualmente per realizzare i propri contenuti video.

 

#4: Utilizza l’influencer marketing

Anche su TikTok sta nascendo un interessante mercato di influencer, come su Facebook e Instagram. Puoi sfruttare questa opportunità selezionando quelli più vicini al tuo settore e avviare una partnership. Fondamentale però trovare influencer che lavorino nella tua nicchia e le cui personalità siano in linea con i valori del marchio. Le possibilità di promozione sono diverse: gli influencer potrebbero parlare del tuo prodotto in un video, pubblicare una descrizione nel copy che accompagna il contenuto video oppure inserire il link all’azienda nel testo di descrizione.

Tempo di lettura: 5 minuti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Author: Redazione

Share This Post On
468 ad