Social media: 7 passi per costruire un piano vincente

Pensiero, pianificazione, strategia e creatività. Sono solo alcuni degli elementi necessari alla costruzione di un buon social media plan. La pianificazione di contenuti e idee per le azioni di social media marketing, infatti, è una delle sfide più impegnative per consolidare la presenza aziendale sulle principali piattaforme di comunicazione.

Alcuni aspetti sono essenziali per cominciare con il piede giusto: comprensione dello scenario, analisi, individuazione del target giusto etc. Ecco alcuni consigli per redigere un social media plan in grado di far partire con il piede giusto la tua azienda!

 

#1 Approfondisci i punti di forza del tuo marchio

Oggi diventare un’azienda forte sul mercato è una sfida che va ben oltre vendere semplicemente un prodotto o un servizio. Quello che distingue la tua azienda dal resto è la capacità di sviluppare un brand riconoscibile che sappia esprimere i punti di forza della tua attività e attrarre il pubblico verso le offerte. In questo senso, è fondamentale individuare un insieme di valori che possano rispecchiare l’identità aziendale. Per esempio, sei un distributore di energia? Metti al centro delle tue campagne ambiente e sostenibilità. Un ristorante può puntare per esempio su prodotti locali e freschi anche in collaborazione con i piccoli commercianti del territorio. Gli esempi in questo senso possono essere infiniti. L’aspetto importante è definire un punto di forza ed evidenziarlo per creare contenuti onesti, interessanti e accattivanti. 

 

#2 Da chi è formato il tuo pubblico?

Una volta definiti gli elementi collegati all’identità e ai valori aziendali, puoi prendere in considerazione l’idea di rivolgerti a un pubblico più specifico. Utilizza gli strumenti di analisi per affinare la strategia e conoscere meglio le persone alle quali ti rivolgi, in modo da rendere il messaggio sempre più interessante per il pubblico.  

 

#3 Quale piattaforma utilizzare

Una volta definito chi sei e come individuare il tuo pubblico, è fondamentale fare chiarezza sugli strumenti da utilizzare. Il primo passo in questo senso è fare una checklist della presenza aziendale sui social media, per verificare i seguenti aspetti:

  • Su quali canali social sei presente?
  • Le pagine sono ottimizzate (copertina, foto profilo, biografia, informazioni etc.)?
  • Quali pagine stanno andando meglio e quali peggio?
  • Quali post hanno ottenuto più “mi piace” e condivisioni?
  • Con quale frequenza pubblichi contenuti?

Si tratta di un’analisi molto utile per comprendere cosa funziona e cosa sta andando meno bene sui social. I risultati potrebbero indurti a rivalutare la presenza su alcuni canali, puntando su quelli che stanno dando migliori risultati e chiudendo i profili a rischio flop. In altre parole, la strategia deve concentrarsi sull’individuazione dei canali che hanno maggior senso per la tua attività di business e per il tuo pubblico, eliminando, se necessario, pagine e profili superflui.

 

#4 Fai un’analisi di scenario

Guarda cosa fanno i tuoi competitor per evitare errori, ripetizioni e inserirti dove emergono delle lacune. Un’analisi competitiva può essere utile a migliorare ulteriormente la tua presenza sui social media: fare un confronto con quello che stanno mettendo in atto gli altri operatori di riferimento del tuo settore può aiutarti a individuare le aree in cui emergere e fare colpo sul pubblico, cogliendo nuove opportunità.  

 

#5 Ottimizza pagine e account

Informazioni, foto profilo, biografia, collegamento al sito aziendale sono il biglietto da visita della tua presenza sui social. Verifica che tutto sia ben scritto, funzionante, efficace dal punto di vista dei contenuti e delle immagini. Il settaggio delle pagine è essenziale per far sì che il pubblico approfondisca quello che la tua azienda ha da offrire. Utilizza i risultati dell’analisi fatta in base alla checklist, per cercare di migliorare i profili esistenti. Guarda tutte le funzionalità disponibili, in modo che non ci siano mancanze ed errori nelle pagine. Assicurati di aver ottimizzato le pagine con informazioni di contatto corrette e aggiornate, informazioni sull’azienda, descrizioni di prodotti e servizi e un uso strategico e accurato di foto e video.

 

#6 Un aiuto dalle metriche

Sono uno strumento utile a capire se gli sforzi compiuti sui social stanno funzionando o meno. Le metriche servono anche a misurare l’impatto di eventuali investimenti sui social, per comprendere meglio i numeri e mettere in atto eventuali correzioni.  Alcune delle metriche più importanti includono: tasso di conversione, tempo trascorso sul sito web, utenti raggiunti, menzioni, totale azioni. Con un utilizzo consapevole delle giuste metriche, puoi modificare i tuoi contenuti e persino ripensare la strategia .

 

#7 Crea e pianifica i contenuti giusti

Un social media plan senza contenuti accattivanti è destinato a fallire. Puoi puntare sulla creazione di un calendario dei contenuti, per mettere nero su bianco i punti fondamentali della strategia e modalità e tempi di pubblicazione per ogni canale. Sì a un mix brillante incentrato su immagini, condivisione di link, video e testi brillanti per coinvolgere efficacemente il pubblico. Per molte aziende è risultata efficace la regola “80/20”: l’80% dei contenuti dedicati a temi sociali, di attualità, intrattenimento, riflessione. il 20% invece è destinato alla promozione di prodotti e servizi. Fondamentale trovare il giusto equilibrio nei contenuti, per non stressare con “troppo” marketing i tuoi utenti. 

 

Tempo di lettura: 5 minuti

 

Author: ernesto quintiliani

Share This Post On