Instagram Reels: partita la sfida a TikTok

Sono arrivati e promettono di sconvolgere il mondo dei social. Gli Instagram Reels, ufficialmente lanciati lo scorso 5 agosto, sono la trovata di Mark Zuckerberg per rispondere a TikTok e contrastarne lo strapotere globale tra i teenager. 

In cosa consiste Reels? Esattamente come il suo competitor TikTok, si basa su video brevi, arricchiti con musica ed effetti. Con Reels è possibile registrare multi-clip della durata di 15 secondi, integrando il contenuto video con audio e tanti strumento creativi, dagli effetti ai filtri. Concluso il periodo di test in Brasile, è cominciato il rollout in Italia e progressivamente nel resto del mondo. Instagram Reels sarà utilizzabile sia su sistemi Android che su iOS. 

Reels è una funzione di Instagram: una volta aperta la fotocamera dell’applicazione, infatti, basta selezionare il logo, un ciak giallo e rosa, facendo scorrere i pulsanti, per visualizzare tutti gli strumenti per la produzione del proprio short video. Brani musicali, possibilità di gestione dell’audio originale, effetti, realtà aumentata e tanta creatività a disposizione degli utenti. Tra gli strumenti, il timer è particolarmente utile perché consente di avviare la ripresa del video automaticamente dopo aver premuto “registra”. 

Nella suite creativa di supporto, Reels presenta anche “allinea” che aiuta l’allineamento dei soggetti prima di registrare il video a partire dalla clip precedente, per dar vita a transizioni fluide. Vi sarà capitato di vedere contenuti Reels realizzati da fashion influencer che, con un semplice schiocco delle dita, si cambiano d’abito nello stesso minivideo.

Dove vanno a finire i Reels una volta realizzati? I contenuti brevi vengono pubblicati sul proprio profilo, come video, foto e carousel. Naturalmente vanno anche ad alimentare il feed principale, così come la sezione “esplora”, che aggrega i trend più caldi di Instagram. Se siete aspiranti influencer e ricevete la notifica dell’inserimento del vostro contenuto all’interno della sezione “esplora”, siete sulla buona strada. 

Partita quindi ufficialmente la sfida tra colossi: TikTok resisterà all’assalto del gigante di Zuckerberg, oppure finirà nel sempre più nutrito museo dei social un tempo popolari e oggi considerati quasi reperti digitali, come Snapchat? Ai follower l’ardua sentenza. 

 

Tempo di lettura: 3 minuti 

Author: Redazione

Share This Post On
468 ad