Comunicazione su carta: perché è efficace ed emoziona (ancora)

Banner digitali, pop-up, storie di Instagram, annunci Facebook e minivideo su TikTok. Una quota consistente degli investimenti pubblicitari delle aziende si è spostata in questi anni dai prodotti cartacei tradizionali – quotidiani e periodici – al vasto e dinamico mondo dei social media. Oggi comunicare e promuovere il proprio brand sembra essere una questione prettamente digitale, immateriale e virtuale, tra annunci di pochi secondi destinati a sparire, soppiantati dalla storia successiva. Ma è proprio così? Il mondo della comunicazione è destinato a vedere lasciati indietro i tradizionali prodotti cartacei a favore del veloce e rutilante annuncio social?

 

Il valore della comunicazione su carta

E’ indubbio che, negli ultimi anni, sfogliare lentamente le pagine di un magazine è un’abitudine sempre più minacciata dallo scorrere rapidamente il feed del nostro profilo Facebook e Instagram, alla ricerca delle ultime notizie o della foto delle celebrities che amiamo seguire nella vita privata. Questo, però, non significa che quel magazine, la sua qualità, il suo valore in termini di comunicazione, oggi non rappresentino ancora una leva efficace per promuovere il proprio marchio. L’onda d’urto dei social è stata talmente dirompente che oggi mettere in piedi una campagna di marketing non convenzionale significa rivolgere la propria attenzione alla pubblicità su quotidiani e periodici. I motivi sono diversi.

 

I vantaggi della pubblicità su quotidiani e riviste

Periodici, quotidiani, riviste offrono alle aziende il vantaggio di una comunicazione di impatto, immediata e destinata a colpire e influenzare un pubblico vasto, eterogeneo ma che ha già compiuto una scelta in termini di marketing, acquistando quel prodotto editoriale che ha tra le mani. Giornali e riviste hanno infatti dalla loro un plus di fascino, autorevolezza e credibilità che, attraverso la pubblicità, trasferiscono all’azienda di cui ospitano l’inserzione pubblicitaria. E’ l’incontro perfetto tra il pubblico di quel prodotto editoriale e quello della tua azienda e si presenta ricco di potenzialità!

 

Perchè investire nel cartaceo?

Investire nella comunicazione su carta, inoltre, è anche un’importante esperienza che coinvolge più elementi, direttamente collegati al lettore. Toccare e sentire l’odore delle pagine coinvolge i sensi maggiormente rispetto a un banner online. Inoltre i supporti cartacei hanno una durata nel tempo che gli annunci digitali, effimeri per definizione, non possono garantire. Per molto tempo, quella rivista, quel magazine, infatti, resta sulla nostra scrivania, a casa o in ufficio, come un promemoria coinvolgente e accattivante. 

 

Lasciamo il segno!

In altre parole, la dimensione cartacea non è destinata, almeno nel breve periodo, ad essere del tutto soppiantata da quella digitale, perché è collegata a sensazioni, emozioni, possibilità di scelta individuale del lettore che restituiscono alla comunicazione aziendale una rinnovata forza e la possibilità di distinguersi e lasciare un segno.

Author: Redazione

Share This Post On
468 ad